L'ultima spiaggia (Urania)

La guerra atomica durata solo trentasette giorni, ma sono bastati ad annientare tutto l emisfero settentrionale e a condannare il resto del pianeta a un inesorabile estinzione Il sottomarino Scorpion corre silenzioso nelle profondit del mare, con al comando il capitano Dwight Towers, uomo tutto d un pezzo che ha visto le sue certezze vacillare e sbriciolarsi assieme alla civilt Destinazione l Australia, ultimo baluardo del genere umano Insieme agli ultimi sopravvissuti il capitano Towers affronter l inevitabile in un romanzo corale dai toni foschi e disillusi mentre la mortale nube radioattiva si fa sempre pi vicina, l autore orchestra un impeccabile ultimo requiem per l umanit.
L ultima spiaggia Urania La guerra atomica durata solo trentasette giorni ma sono bastati ad annientare tutto l emisfero settentrionale e a condannare il resto del pianeta a un inesorabile estinzione Il sottomarino Scorpion

  • Title: L'ultima spiaggia (Urania)
  • Author: Nevil Shute
  • ISBN:
  • Page: 410
  • Format: Formato Kindle
  • Vertice a lussemburgo Migranti, paesi dicono Lussemburgo Sette Paesi si sono detti contrari alla proposta della presidenza bulgara sulla riforma di Dublino, come base di lavoro per il vertice dei leader di giugno.

    1 thought on “L'ultima spiaggia (Urania)”

    1. scoperto casualmente, essendo citato in un'editoriale che a agosto 2017 commentava le possibili conseguenze di una guerra con la Corea del Nord libro racconta come nell'Australia degli anni 60 si attenda l'arrivo della nube tossica di una guerra scoppiata nell'emisfero nord della terra. per quanto sia rappresentato un mondo lontano da noi (tecnologicamente, no internet no cellulari) e culturalmente (approccio anglosassone alla vita anche nelle piccole cose) non può non generare nel lettore la d [...]

    2. La carriera di Shute ebbe il suo picco proprio con questo romanzo , scritto in piena guerra fredda , che seppe ritagliarsi immediatamente uno spazio importante nei classici di fantascienza sociologica .La storia degli ultimi sopravvissuti alla disperata ricerca di una ragione per continuare a vivere nonostante tutto porti all'approssimarsi della fine , è narrata con esemplare maestria ed eleganza .Racconto asciutto , privo di sdolcinature ed essenziale , un altro autore ne avrebbe ricavato mate [...]

    3. Si tratta di una lettura che ho scelto un po' per esorcizzare le paure per l'attuale periodo storico. Non fraintendete però: si tratta di un libro cupo dove i veri protagonisti sono gli esseri umani, con le loro miserie, le loro illusioni e il loro folle attaccamento alla vita. Si tratta del racconto degli ultimi giorni della razza umana sulla terra, ma più precisamente di come coloro che sono sopravvissuti indenni alla prima e unica ondata di bombe, attendono una inevitabile fine. Un argoment [...]

    4. ho visto il film tanti anni fa e mi è piaciuto anche se ora nemmeno lo ricordo, così ho deciso di leggere il libro che è sicuramente molto datato e rispecchia le paure del suo tempo con il loro pessimismo imperante o forse scritto proprio con l'intenzione di scatenare paure che avrebbero permesso all'umanità di prendere altre strade, come poi è successo; rispetto ad altri libri dello stesso periodo e con la stessa impostazione, questo ha un approccio diverso, molto interessante, quindi ne c [...]

    5. Il romanzo è quasi uguale al film di tantissimi anni fa, mette una grande tristezza e angoscia ma è bellissimo e molto avveniristico, visto che è una cosa che potrebbe succedere davvero.mi è piaciuto moltissimo.

    6. E' un bel libro, su un momento difficile da descrivere e immaginare.L'ultima nave della USS Army il suo equipaggio e l'ultima spiaggia su cui approdano, l'Australia.Mi ha dato un ipotesi di come si potrebbe affronatre "la fine del mondo" che sinceramente non immagginavoMa è stata resa plasusibile e bella da leggere.

    7. Lo scenario apocalittico e la fine ineluttabile sono contornati da un'analisi psicologica dei personaggi e da una descrizione delle situazioni davvero ben curate. Il libro è ancora attualissimo e fa molto pensare, consigliato!

    8. Uno dei primi romanzi postnucleari dove la pazzia dell'uomo si esplica globalmente, con l'unico vero risultato che ci si può attendere: la nostra estinzione. Un romanzo struggente, intrisecamente triste, condotto con la verve anglosassone. Bello!

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *